Cronache Vere

Zona Grigia

Di Eleonora C. Caruso

(Correva il 1887 quando Sherlock Holmes fece la sua apparizione sulla scena letteraria britannica con il romanzo A Study in Scarlet. In quello scorcio dell’età vittoriana nasceva una leggenda destinata a segnare in modo indelebile l’immaginario popolare e la cultura di massa. Centotrent’anni più tardi il successo di Holmes trascende perfino il genio del suo creatore: quell’Arthur Conan Doyle, medico annoiato, scrittore prolifico e seguace dello spiritismo, che arrivò ad assassinare il personaggio, precipitandolo nelle cascate svizzere di Reichenbach, salvo resuscitarlo a causa della rivolta di lettori letteralmente impazziti per l’improvvida scomparsa del loro beniamino. Una popolarità che, nel corso di un secolo, dal grande schermo alla televisione, dal fumetto ai videogiochi, passando per una letteratura tanto copiosa quanto spuria, ha consegnato il più noto esponente del deduttivismo logico a una sfilza infinita di adulterazioni e adattamenti. Sono le mille vite dell’inquilino del 221B di Baker Street. Quello che segue è un racconto sherlockiano ispirato alla recente serie televisiva della BBC, che trasferisce le vicende dell’indagatore e del suo pard, il dottor Watson, in una Londra contemporanea.

Alcuni la chiamano “fan fiction”. Altri usano il termine “apocrifi”, come nel caso dei vangeli, per distinguere il canone da produzioni prive del crisma dell’ortodossia. Per noi è il solito vecchio gioco: quello di chi narra una storia.

Vicolo Cannery ringrazia l’Autrice e vi augura buona lettura.)

Continue reading “Zona Grigia” »