Non viene mai buio

di Giorgio Bona

Sentivo farfalle negli intestini, salite che l’universo non può contenere.
Potrei iniziare qui a raccontarti della mia vita, o dirti quanto fosse importante per me tracciare una simmetria, non chiedermi cos’è… non saprei spiegarti… se non l’avessi trovata non saprei raccontarti.
Ho ancora in mente il nostro viaggio di ritorno da Parigi. Ricordo l’hostess annunciare l’imminente atterraggio alla Malpensa. Aveva pregato i passeggeri di allacciare le cinture di sicurezza e tu ridesti alla battuta di un accompagnatore di una compagnia turistica che disse: attenzione, stiamo atterrando! Passaporto tra i denti per il riconoscimento dei cadaveri!
Qualcuno ci aveva creduto e si guardò intorno terrorizzato. Anch’io risi ed era una risata che trascinava in sé un sentimento di nostalgia, qualcosa che si andava smarrendo poco a poco, mentre le luci di Parigi restavano un lontano ricordo.

Tira vento a ottobre tra queste colline. La nebbia trasmette un senso di gelo e bagna i vestiti. Se si alza torna la visuale di un cielo grigio, muto, quasi trasparente. Continue reading “Non viene mai buio” »